È stato un evento ad alta partecipazione, di quelli che si fanno ricordare non per gli sfarzi o i luccichii, bensì per l’importanza dei temi trattati. A Münster, nella Renania settentrionale, è stato proiettato nella sala-cinema il lungometraggio girato da Giuliano Cremasco a metà febbraio 2013 in Cambogia. Si tratta di un documentario della durata di circa un’ora che racconta, con toni pacati ed immagini straordinarie, un progetto pensato da un gruppo di studenti in Germania per educare i ragazzi al rispetto e alla consapevolezza della biodiversità.Continua a leggere

Al giorno d’oggi, quello che è un diritto sancito dalla Costituzione Italiana, attraverso l’Articolo n. 4, sembra essere un “bene” sempre più difficile da ottenere. Diritto al lavoro inteso non solo da parte del dipendente/lavoratore  a svolgere una attività secondo metodologie stabilite da decoro per ottenere uno stipendio adeguato alle mansioni affidate, ma visto anche come quotidianità in tutti gli aspetti sociali, economici, relazionali dell’azienda stessa.Continua a leggere

Per chi fa il nostro lavoro è essenziale avere  attrezzatura e  strumentazione sempre all’avanguardia ed innovativa. I Clienti lavorano e decidono con tempi sempre più stretti e “dare l’idea”  qualitativamente di un risultato accelera i processi di produzione di qualunque lavoro. Ma anche noi abbiamo sempre più  bisogno di vedere immediatamente realizzata un’idea creativa, colorarla , modificarla e colorarla di nuovo. Per percepire tutte le emozioni ad essa legate e dire “Ok si procede!!”. E allora da qualche settimana è arrivata la Signora Xerox, una stampante laser all’avanguardia, conosciuta per caso, ma che ci ha conquistato per la sua fedeltà nel riprodurre i colori, per la maneggevolezza e versatilità nell’adeguarsi a diversi formati di stampa. E poi, come una brava madre di famiglia…è attenta ai costi!!!Continua a leggere

angeleeno-abilè
Da circa un anno e mezzo stiamo accompagnando Comunità Servizi attraverso un percorso di comunicazione che ci vede impegnati a più livelli.
La parte strategica innanzitutto: mettere a conoscenza che esiste a Schio una realtà ben organizzata a supporto della disabilità. Far sapere agli Scledensi e non, che il lavoro,  l’impegno e l’aiuto di tutti può rendere più facile, e felice, la quotidianità di tante persone.
La parte visiva: mostrare attraverso le immagini lo spazio e l’approccio di questa organizzazione.Continua a leggere

foto giuliano cremasco

Stanno per essere ultimati  i lavori di ristrutturazione della nuova sede dello Studio Cremasco, uno spazio adiacente all’attuale studio.

Il locale “open space” – creato oltre 50 anni fa da Guido Cremasco, il noto scultore nonno di Giuliano – permetterà di collocare quattro postazioni  grafiche e un “pensatoio creativo”, un grande tavolo dove riunirsi per far volare le idee giuste per i nostri Clienti.
Lo spazio è attrezzato con sistema domotico per la gestione di reti, illuminazione, riscaldamento, etc… la giusta modernità legata al ritmo degli anni di queste pareti.

Ad occuparsi della progettazione e della direzione dei lavori, l’architetto Carlotta Meneguzzo, già collaboratrice dello Studio Cremasco – in qualità di scenografa – durante le riprese del cortometraggio “Quella Notte”.Continua a leggere

Il Cortometraggio realizzato a Schio e prodotto dal nostro Studio affascina la Giuria del Premio.

Si sono svolte venerdì 28 ottobre ad Istrana le premiazioni di Fiati Corti, il Premio giunto alla 12a edizione e dedicato ai migliori cortometraggi a tema libero prodotti in Italia dal 1° gennaio 2010. Organizzato dal comune di Istrana, con la collaborazione della Regione Veneto e della Provincia di Treviso, quest’anno è stato diviso in 4 sezioni: Fiati Veneti, Fiati Comici, Miglior interpretazione e Fiati Corti.

Il premio per la sezione Fiati Veneti è andato al nostro cortometraggio “Quella Notte”.

“Sono felicissimo di questo riconoscimento.
È stato un progetto impegnativo e ricco di soddisfazioni. Un lavoro di equipe che ci ha sicuramente divertito.
Era la prima volta che mi cimentavo in una impresa che coinvolgesse così tanti collaboratori e che giungesse a tali risultati; sono fiero di come sono andate le cose perché su tutto regnava la passione e l’amore per il far bene.”

Giuliano CremascoContinua a leggere

21/06/2011 – Pagina di Schio – Piazza Falcone Borsellino gremita per la prima del film di Giuliano Cremasco sullo swing degli anni ’50.

[…] Grande successo anche in piazza Falcone Borsellino dove oltre un migliaio di persone hanno assistito alla proiezione del cortometraggio girato a Schio “Quella notte” di Giuliano Cremasco, curioso intermezzo che ha visto, prima e dopo, l’esibizione di due originalissime band in puro stile italian swing, “Miss Bloom e la Compagnia delle Indie” e “Angeleeno and the zooma zooma’s”. […]Continua a leggere

Testata VicenzaPiù del 10-06-2011

“Quella notte” in via Carducci

L’attesa sta per finire: il cortometraggio “Made in Schio” che prenderà parte al prestigioso Festival di Locarno sarà presentato ufficialmente alla città il prossimo 18 giugno su un maxischermo allestito in Piazza falcone e borsellino.

(a.g.) Pochi, finora, hanno potuto vedere, oltre al trailer, alcune scene e spezzoni dell’opera del regista Giuliano Cremasco. “Quella notte”, titolo del film, fa riferimento al 20 settembre 1958, quando entrò in vigore la famosa Legge Merlin, che aboliva definitivamente le case di tolleranza in Italia. Una di queste aveva sede in Via Carducci a Schio, dove oggi c’è la trattoria tipica “Due Spade”, che ospitò anche lo scrittore Ernest Hemingway quand’era autista di ambulanze dell’esercito USA nella Grande Guerra. Proprio lì è stato ambientato il set cinematografico, con un minuzioso lavoro durato due mesi.
“Il posto ci ha affascinato subito – rivela il regista – l’arredo del locale ed il suo interno non hanno richiesto nessuna modifica, tanto sono simili a quanto poteva trovarvisi mezzo secolo fa. Inizialmente dovevamo realizzare un semplice videoclip di supporto al cd di una band locale, ma quanto andavamo girando ci è apparso in grado di far compiere un salto di qualità alla pellicola, così siamo andati oltre ed il risultato vi assicuro è di altissima qualità”.Continua a leggere

“Una persona davvero straordinaria sta dietro ai volti di Dustin Hoffmann, Danny De Vito, John Cleese, Michael Jeter, Pat Morita, Bob Hoskins e tantissimi altri attori hollywoodiani nelle versioni italiane delle produzioni in cui prendono parte.
Me ne sono reso conto di persona.
Ma facciamo un passo indietro.
Un paio di mesi fa, durante la lavorazione del cortometraggio “Quella Notte”, ci siamo resi conto che per dare un tocco decisivo al progetto, serviva un narratore che fosse speciale. Una voce che racchiudesse in se una vita avventurosa, una sensibilità “musicale”, una modestia d’altri tempi…
E così, cercando tra i grandi doppiatori italiani, ho trovato Giorgio Lopez.
Gli ho scritto raccontandogli del progetto a cui stavamo lavorando e chiedendogli una collaborazione.”Continua a leggere